Regione Veneto

Comune di Farra di Soligo
Portale Istituzionale

Seguici su

Elezioni Politiche 2022

Si informa che i cittadini sono chiamati a votare in data 25 settembre 2022 per eleggere la Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica.

Informazioni generali
Al seggio ci si dovrà recare con la tessera elettorale e con un documento d'identità.

Chi può votare
Sono ammessi al voto tutti i cittadini iscritti nelle liste elettorali che abbiano già compiuto il diciottesimo anno d'età nel giorno della consultazione; sono esclusi dalla votazione i cittadini comunitari anche se iscritti nelle liste elettorali aggiunte per le elezioni comunali ed europee.
A seguito della recente riforma costituzionale tutti i cittadini votano sia per la Camera dei Deputati che per il Senato della Repubblica.
Gli Italiani residenti all’estero (iscritti AIRE) votano per corrispondenza, riceveranno il plico con le schede per votare per corrispondenza. Se invece vogliono votare in Italia devono comunicare al loro consolato la volontà di rientrare in Italia per votare usando l’apposito modulo entro il 31 luglio 2022 (10° giorno successivo alla pubblicazione del Decreto di indizione).
Gli elettori italiani residenti in Italia ma temporaneamente all’estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche per un periodo di almeno 3 mesi e i loro famigliari conviventi, possono votare per corrispondenza facendone domanda in carta libera (modulo scaricabile dalla sezione “Allegati” di questa pagina) con allegato copia del documento di riconoscimento, al Comune d’iscrizione elettorale entro il 24 agosto 2022 (trentaduesimo giorno antecedente la data di voto) - art. 4 bis L. 459/2001.

Casi particolari
Elettori fisicamente impediti nell’espressione autonoma del voto:
  • ciechi
  • amputati delle mani
  • affetti da patologie tali rendere impossibile l’espressione autonoma del voto.
Gli elettori che rientrano in una delle seguenti categorie possono presentarsi direttamente a votare con l’accompagnatore, presentando copia della certificazione, rilasciata dall’INPS o da un medico delegato dall’Azienda sanitaria locale attestante il tipo di infermità che impedisce di esercitare autonomamente il voto..
Voto a domicilio:
  • gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l’allontanamento dell’abitazione o dal luogo di dimora risulti impossibile anche con l’ausilio degli eventuali servizi di trasporto messi a disposizione dal comune;
  • gli elettori che si trovano in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tali da impedirne l’allontanamento dall’abitazione.
Coloro che rientrano in tali condizioni possono fare domanda di ammissione al voto domiciliare presentendo apposita domanda corredata dal certificato medico rilasciato dall’azienda sanitaria locale. Tale domanda va fatta a partire dal 16 agosto e possibilmente entro il 5 settembre, ma, al fine di consentire la più ampia partecipazione al voto, la domanda può essere presentato fino a quando il comune può predisporre quanto necessario per consentire tale voto.

Quando si vota
Domenica 25 settembre 2022; i seggi rimangono aperti dalle ore 7:00 alle 23:00.

Dove si vota
Il seggio dove l'elettore deve recarsi è indicato sulla tessera elettorale, sotto la sezione riportante i dati anagrafici dell'elettore.
Agevolazioni Tariffarie: gli elettori che risiedono all'estero, negli stati dove non si vota per corrispondenza o che si trovano fuori Comune potranno usufruire di agevolazioni tariffarie per i viaggi ferroviari, via mare o via aereo per recarsi a votare nel proprio Comune.
Il Ministero dell'Interno fornirà maggiori dettagli sulle modalità e condizioni per usufruire delle agevolazioni.

Come si vota
Per votare è necessario presentarsi al seggio muniti di tessera elettorale e di documento di riconoscimento.
Si invita la cittadinanza a verificare fin da ora che la propria tessera contenga ancora spazi disponibili per la timbratura; nel caso siano esauriti è possibile richiedere il rilascio di una nuova tessera.
Relativamente alla modalità di espressione del voto si ricorda che:
Ogni elettore riceve due schede, una per la Camera dei Deputati e una per il Senato della Repubblica. In entrambe l’elettore può votare in uno dei seguenti modi:
  • tracciando un segno sul nome del candidato al collegio uninominale ed uno sulla lista o sul simbolo dei candidati al collegio plurinominale, collegato al candidato al collegio uninominale votato (non è ammesso il voto disgiunto);
  • oppure tracciando un segno sulla lista o sul simbolo dei candidati al collegio plurinominale, in questo caso il voto si trasmette anche al candidato al collegio plurinominale;
  • oppure tracciando un segno solo sul candidato al collegio al collegio uninominale in questo caso il voto va al solo candidato votato.
torna all'inizio del contenuto